domenica, novembre 19, 2017
TIciVINO

MONCUCCHETTO – di Lisetta e Niccolò Lucchini – LUGANO

A 425 metri sul livello del mare, proprio sul ‘cucuzzolo’ di fronte al lago Ceresio, ancora in territorio della città di Lugano, sorge questa bellissima cantina vinicola. La costruzione è stata inaugurata a dicembre 2009. Il progetto è stato affidato all’architetto Mario Botta, che, in uno spazio abbastanza ristretto, ha saputo dare plasticità, eleganza, prospettiva per allietare e sicuramente impressionare i visitatori e i turisti che approdano a questa ‘vetta’, e soprattutto ha saputo impostare comodità e praticità di movimento per le persone che ogni giorno vi si recano per lavorare. La vista da quassù è spettacolare: si domina il lago di Lugano, da sinistra, il Monte Brè, Campione d’Italia, fino al San Salvatore. Sulla destra il ramo del lago di Lugano che tocca le sponde di Agno. Un panorama a 270°. La proprietà sorge su 40’000 m2 (4 ettari), metà dei quali in territorio della città di Lugano e l’altra metà in territorio del comune di Sorengo. E comprende: 3 ettari di vigna, la cantina di vinificazione, la loro casa di abitazione, un cascinale, la stalla, il roccolo datati 1719, oltre a terreno boschivo tutt’intorno. Le date importanti per la storia di questa azienda sono appunto: il 1719 quando sorgono le prime costruzioni; il 1918 anno in cui il nonno materno di Niccolò Lucchini acquista la proprietà; nel 1963 vengono piantate 1000 piantine di merlot, il 1971 anno in cui Niccolò e Lisetta iniziano a vinificare le loro uve.

All’inizio non c’erano ovviamente le moderne attrezzature di cui oggi la cantina è attrezzata. All’inizio c’erano un vecchio tino in legno da 17 quintali, due botti, due piccoli torchi e una pigiadiraspatrice. Questi attrezzi sono ancora conservati in una stanza adibito a piccolo museo. Solo all’inizio degli anni ’90 la cantina si attrezza con tini in acciaio inox.

Dal 2010 entrano in produzione 7000 mt2 di vigna ubicata ad Agra dove è stato impiantato del Cabernet Sauvignon e del Sauvignon Blanc.

A Bioggio possiede ancora della vigna con Merlot più un vitigno sperimentale (che non ci dice cos’è) e probabilmente anche del carminoir.

Lisetta Lucchini si occupa della conduzione della cantina. Cristina Monico, agronoma ed enologa collabora con Lisetta per tutte le fasi dalla vigna al vino. Ha inoltre eseguito uno studio del terroir della cantina.

Proprietà: Lisetta e Niccolò Lucchini

Enologo: Cristina Monico

Ha vitati: 4

Zone di produzione: Moncucchetto a Lugano, Ronco Riva a Lugano, Cadro, Boscherina, Agra, Bioggio

1ma bottiglia prodotta: nel 1970

Numero di bottiglie prodotte all’anno: 25’000 nel 2010 (con la nuova cantina si prevede di arrivare a una produzione di 30’000 bottiglie nei prossimo anni)

Varietà allevate: Merlot  – 3 ha; Cabernet Sauvignon – 1/3 di ettaro; Pinot Nero – 1/3 di ettaro; Chardonnay – 1/3 di ettaro.

Vini Rossi:

  • MERLOT L’ARCO (Ticino merlot doc – merlot 100%)
  • MONCUCCHETTO (Ticino merlot doc – merlot 100%)
  • MONCUCCHETTO RISERVA (Ticino merlot doc – merlot 91%, cabernet sauvignon 9%)
  • PASSITO ROSSO (non in vendita, possibilità di degustazione durante le visite)

Vini bianchi:

  • BIANCO DELL’ARCO (Ticino doc – chardonnay 70%, Pinot nero 30%)
  • REFOLO (vino spumante metodo classico a base di chardonnay 90% e pinot nero 10%)

link – degustazione (14 aprile 2011) – MONCUCCHETTO Riserva – qui

link – degustazione collezione 2009 Associazione Viticoltori Vinificatori, aprile 2013: qui


Lisetta Lucchini

sullo sfondo Campione d'Italia e il Monte San Salvatore


sala vinificazione


metodo classico: pupitres e sosta sui lieviti


metodo classico: manometri per misurare la pressione
all’interno delle bottiglie durante la presa di spuma.


la barricaia: la parete in fondo è stata lasciata libera tale da poter avere uno scambio di traspirazione e umidità con la montagna.

barriques

il viale di accesso alla tenuta visto dall’interno della Cantina. Sullo sfondo il Lago di Lugano

REFOLO

  • Spumante metodo classico
  • uve: Chardonnay e Pinot Nero
  • Produzione annua: 120 bottiglie (per il 2007)
  • Sosta sui lieviti: 20 mesi
  • Assaggiamo il 2006 e il 2007
  • Il millesimo 2006 è stato il primo anno di produzione.
  • Questo vino rappresenta per Lisetta Lucchini un esperimento e soprattutto una scommessa. Ci fa assaggiare il millesimo 2007, che subito si rivela con i suoi sentori floreali, molto delicati, e fruttati, con note di lievito e crosta di pane. La struttura c’è, la piacevolezza anche; la persistenza non è troppo lunga. Poi riusciamo ad assaggiare anche un paio di bottiglie del primo millesimo, il 2006. Anche qui note di fiori e di lievito; maggior complessità di profumi e sapori dati da uno stato evolutivo già abbastanza avanti. La scommessa è riuscita, l’esperimento è da affinare! Il vino è comunque davvero interessante, e se mi è concesso vorrei aggiungere che è il migliore metodo classico di quelli assaggiati finora e prodotti in Canton Ticino.

BIANCO DELL’ARCO

  • Uva: Chardonnay 70% e Pinot Nero 30%
  • Vinificazione: in acciao, una piccola parte in barrique
  • Affinamento: inox
  • Produzione annua: 1’500 (per il 2007); 2’100 (per il 2008)
  • degustazione del 6 maggio 2012 – annata 2010 – qui

MONCUCCHETTO MERLOT

  • Uva: Merlot 100%
  • Vinificazione: breve macerazione
  • Affinamento: in barrique di secondo e terzo passaggio per 12 mesi
  • Produzione annua: 6’200 (per il 2006) – 4’500 (per il 2007)
  • Assaggiamo il 2007. Lisetta ci accoglie, nell’ambito della cena organizzata dall’associazione ASSP sezione donne sommelière, aprendo per tutte noi una bottiglia formato 6 litri. Il vino viene versato con anticipo in diversi decanter e poi servito ai tavoli.
  • Il colore è di un bel rosso rubino brillante, intenso ma non denso. I profumi rivelano note fruttate ed erbacee. Nel bicchiere il vino rivela una nota balsamica di bergamotto che dona intriganza e piacevolezza: tannini, freschezza, alcol non prevalenti e in buon equilibrio. Si sente che è ancora giovane. Anche questa volta abbiamo avuto troppa fretta!

FATTORIA MONCUCCHETTO RISERVA

  • Uva: Merlot 91% e Cabernet Sauvignon 9%
  • Vinificazione: breve macerazione
  • Affinamento: 18 mesi in barriques nuove
  • Produzione annua: 2’100 (per il 2006), 2’300 (per il 2007)
  • Per questo vino vengono riservate le uve della vigna più vecchia, quella risalente ancora al 1960.
  • Premi: sole Veronelli nel 2009 e nel 2010
  • degustazione del 10 aprile 2011 – verticale 1976 – 2005 – qui
  • degustazione del 6 maggio 2012 – annata 2009 – qui

PASSITO ROSSO

  • Alla fine della cena … che sorpresa! Lisetta ci coccola con un passito rosso 2007 prodotto con uve Merlot e Cabernet Sauvignon in parti uguali. Le uve, grappolo per grappolo, vengono raccolte molto mature, vendemmia tardiva, poi poste in cassette e lasciate ad appassire per qualche mese.
  • Vinificazione e affinamento in acciaio.
  • Il risultato è un vino rosso, denso di colore, dolce, balsamico di china e bergamotto. Equilibrato ed assolutamente non stucchevole. Che buono!

MERLOT L’ARCO

  • Uva: Merlot 100%
  • Vinificazione e Affinamento: inox
  • Questo vino è stato prodotto per la prima volta con la vendemmia 2009

link – articolo apparso sul Gionale del Popolo il 3 dicembre 2009: qui

link – degustazione collezione 2009 Associazione Viticoltori Vinificatori, aprile 2013: qui

Via Crivelli 27
6900  LUGANO
Tel   ++41 (0) 91 966.73.63
e-mail: lisettalucchini@moncucchetto.ch
www.moncucchetto.ch

 

Like this Article? Share it!

Leave A Response