venerdì, novembre 24, 2017
TIciVINO

NON SOLO MERLOT …

L’uva Merlot in Canton Ticino copre l’80% di tutta la produzione. Troviamo però piccole produzioni anche di altri vitigni, alcuni dei quali ‘selezionati’ e ‘incrociati’ per meglio adattarsi alle caratteristiche climatiche e territoriali del vigneto del Ticino.

IL GAMARET e IL GARANOIR

Sono stati sperimentati nel 1970 nell’Istituto di ricerca Federale per la produzione delle piante a Pully nel Canton Vaud. I due vitigni sono cloni, come a dire ‘fratelli’ e nascono dall’incrocio dei vitigni GAMAY e REICHENSTEINER. Il Reichensteiner è un vitigno tedesco, con le caratteristiche di precocità e resistenza, adatto soprattutto all’assemblaggio, porta al vino corposità e carattere.

IL DIOLINOIR

Nasce nel 1970 dall’incrocio tra Rouge de Diolly con Pinot Nero. È un vitigno di media maturazione e media vigoria. Se ne ricava un vino corposo con buoni tannini e ricco di colore. in genere usato insieme ad altri vitigni. Principalmente coltivato in Vallese e autirizzato anche in Val d’Aosta.

IL CARMINOIR

Vitigno ottenuto nel 1982 dall’incrocio di Pinot Noir e Cabernet Sauvignon. Lo studio è stato condotto presso il Centro Viticolo di Caudoz (Pully) d’Agroscope RAC Changins. Il vino che ne deriva ha un bouquet di note fruttate intense, speziate e floreali, con un discreto carattere vegetale, il colore è intenso, e ricco di tannini se l’uva è raccolta ben matura. È un vitigno a maturazione tardiva, come il cabernet sauvignon, molto resistente al marciume dell’uva.

BONDOLA

Vitigno autoctono del Canton Ticino. Cresce prevalentemente nel Sopraceneri, la parte più a Nord del Cantone, ma viene allevata anche da acuni produttori del Sottoceneri. Produce vini, a volte anche, molto freschi, di corpo, ma non di lunga conservazione, e fruttati.

ARINARNOA

Vitigno ottenuto nel 1956 dall’incrocio tra Merlot e Petit Verdot. I vini derivati sono molto carichi di colore e ben strutturati.

ANCELLOTTA

Vitigno caratteristico dell’Emilia Romagna, usato in assemblaggio con il lambrusco. Molto ricco di antociani, carico di colore. Viene appunto usato generalmente per dare colore al vino.

CHAMBOURCIN

Vitigno interspecifico diffuso nel 1963 derivato dallo Syrah. Come caratteristica ha una carica di colore abbondante e aromi erbacei. Speziatura, ciliegie nere, aroma di prugna.

GALOTTA

Vitigno ottenuto nel 1981 nel centro viticolo du Caudoz (Pully) d’Agroscope RAC Changins. Incrocio tra Ancellotta e Gamay. Produce un vino dal bouquet fruttato ricco e ampio, potente, molto colorato, ricco in tannini.

MARSELAN

Vitigno ottenuto nel 1961 come incrocio tra Cabernet Sauvignon e Grenache.

Like this Article? Share it!

Leave A Response