venerdì, novembre 24, 2017
TIciVINO

PARRAVICINI – CORTEGLIA

La cantina Parravacini, di proprietà di Antonio e Luca Parravicini, si trova in una magnifica casa di 300 anni, completamente ristrutturata. La barricaia è nella vecchia stalla. La sala degustazione si trova dove una volta venivano allevati i bachi da seta. Produce circa 60’000 bottiglie all’anno da una superficie vitata di circa 7 ettari. I vitigni allevati sono il merlot, il cabernet e lo chardonnay.

I vini della cantina Parravicini presentano tutti un carattere di semplicità e di bevibilità. In genere sono tutti quasi meglio al palato, da bere, piuttosto che al naso. Sono più incisivi in gioventù, appena fatti e appena imbottigliati. I colori sono spesso abbastanza scarichi. Gialli paglierini scarichi e rossi rubini molto chiari. Ciò è dovuto ad un preciso intento e scelta commerciale: i vini non sono costosi e per poter contenere i prezzi, si è scelto di aumentare le rese. La DOC Ticino prevede una resa massima di 1 kg per metro quadrato. Parravicini sceglie di produrre 1.4 Kg per metro quadrato. Per cui i vini sono IGT, e non seguono il disciplinare della DOC.

I vini prodotti sono:

  • PARRAVICINI BRUT, igt spumante metodo classico (prodotto fino al 2011)
  • IL GATTO NERO, spumante metodo autoclave (prodotto dal 2012)
  • BIANCO DEI VENTI, igt
  • PARRAVICINI BIANCO, bianco igt
  • VITIS, bianco igt
  • ROSIGNOLO, igt rosato
  • ROSSO DEI VENTI, igt
  • LA CRUS MERLOT, igt
  • LA CRUS CABERNET SAUVIGNON, igt
  • I CAVRI, igt
  • SOFIA, igt
  • VIGNA DOMINE, assemblaggio

La barricaia è nella vecchia stalla

La sala degustazione si trova dove una volta venivano allevati i bachi da seta, la Bigatera

 

IL GATTO NERO BRUT

Spumante prodotto con rifermentazione in autoclave, Svizzera IGT, da uve: Merlot. È stata acquistata un’autoclave e tutta la lavorazione viene svolta in cantina da loro. La prima annata di produzione è con la vendemmia 2012. 6000 bottiglie prodotte.

link degustazione: qui

annata 2012: assaggio del 26 maggio 2013 – cantine aperte: Spumante dal colore giallo paglierino chiaro. Al naso fini note floreali abbastanza intense. È fresco, piacevole, abbastanza caldo, morbido, al gusto il vino finisce con una leggera nota di mandorla. È fine, elegante, fatto bene.

BIANCO DEI VENTI

Vino bianco, Svizzera IGT, da uve merlot vinificato in bianco 45%, Chasselas 45%, Chardonnay 10%, provenieti delle vigne di Castel San Pietro. Lo chasselas viene acquistato in Vallese. vinificazione: inox. Alcol: 12%

link degustazione – qui

annata 2011: assaggio del 26 maggio 2013 – cantine aperte: il vino si presenta di colore giallo paglierino chiaro. Al naso è poco intenso, al palato è abbastanza fresco e piacevole. Da aperitivo, leggero, non particolarmente persistente, corto.

PARRAVICINI BIANCO

vino bianco della Svizzera Italiana IGT da uve: merlot vinificato in bianco 80%, Chardonnay 20%. La provenienza delle uve: Castel San Pietro. Vinificazione: inox.

link degustazione – qui

annata 2012: assaggio del 26 maggio 2013 – cantine aperte: vino dal colore giallo paglierino. Al naso le note fruttate e floreali sono più marcate rispetto al Bianco Dei Venti, leggermente più intense. Al palato si percepisce più polpa, più consistenza. Il bouquet è più ampio. Leggera sapidità.

VITIS

vino bianco della Svizzera Italiana IGT, da uve: merlot vinificato in bianco 90%, Chardonnay 10%, provenienti da Castel San Pietro. La base del vino è la stessa del Parravicini Bianco. Cambia l’affinamento, qui, con barriques nuove. La vinificazione: fermentazione e affinamento in barriques di rovere francese per 8 – 10 mesi

link degustazioni – qui

annata 2010 –  degustazione assaggio del 5 settembre 2011: il vino si presenta di colore giallo paglierino molto chiaro. Al naso c’è molta frutta secca e sentori tostati. È ancora un po’ chiuso. Al palato c’è molta freschezza, è caldo, abbastanza sapido. C’è grassezza, consistenza, pulizia. Abbastanza intenso di frutta secca che continua nel finale.

annata 2010 –  degustazione assaggio del 26 maggio 2013 – cantine aperte: Al naso non colpisce particolarmente. Sembra ancora un po’ chiuso! Al palato invece è più incisivo, intenso, abbondante di sapore. C’è abbastanza mineralità e sapidità. Ritorna il gusto di frutta molto matura, di pera cotta e mela cotogna. Leggere note ossidative. Rileggendo gli appunti mi accorgo che ho praticamente assaggiato la stessa annata dopo 18 mesi. Non credo che sia un vino che regge l’invecchiamento. Sempre troppo povero dal punto di vista olfattivo, stupisce invece quando lo si beve.

ROSIGNOLO

vino rosato della Svizzera italiana IGT, da uve merlot 100%, provenienti da Castel San Pietro. Vinificazione inox.

link degustazione – qui

annata 2010: assaggio del 26 maggio 2013 – cantine aperte: anche questo vino è meglio al palato che al naso. Un po’ corto, molto semplice.

ROSSO DEI VENTI

rosso della Svizzera italiana IGT da uve merlot 100%, provenienti da Castel San Pietro. Vinificazione inox e breve affinamento in botti di legno

link degustazione – qui

annata 2010: assaggio del 26 maggio 2013 – cantine aperte: vino al naso poco intenso e al palato è un vino asciutto, tradizionale, da grotto!

LA CRUS – MERLOT

rosso della Svizzera italiana IGT da uve merlot 100%, provenienti da Castel San Pietro. Vinificazione inox. Affinamento: metà in acciaio e metà in botti grandi. È il vino STORICO dell’azienda, prodotto dal 1991. Produzione annua: circa 15’000 bottiglie

link degustazione – qui

annata 2009 – degustazione assaggio del 5 settembre 2011: Al naso è fruttato e floreale con note di cacao. Al palato è fresco, abbastanza caldo, molta semplicità. Buono il finale, minerale di terra e un po’ di cioccolato. In questa bottiglia ho trovato un po’ di residuo di co2, ma se ne va scuotendo il bicchiere. Piacevolezza, da bere in compagnia.

annata 2010 – degustazione assaggio del 26 maggio 2013 – cantine aperte: Al naso è fruttato con sentori di ciliegia. Al palato è asciutto, semplice, buono, abbastanza sapido e minerale.

LA CRUS – CABERNET SAUVIGNON

rosso della Svizzera italiana IGT da uve cabernet sauvignon 100%, impianto di cabernet del 2005, vinificazione inox. Affinamento: metà in acciaio e metà in botti grandi. Primo anno di produzione: 2011

link degustazione – qui

annata 2011 – degustazione assaggio del 26 maggio 2013 – cantine aperte: assaggio proprio la prima annata di produzione che al naso risulta pulito con note fruttate in particolare con sentori di prugna. Al palato c’è abbastanza sapidità e mineralità. Non è particolarmente strutturato, un po’ sulla scia di tutti gli altri vini. D’altronde le vigne sono molto giuovani. Questa è la prima vinificazione. Si percepisce la genuinità della materia al gusto. Ancora un vino di pronta beva.

I CAVRI

rosso della Svizzera italiana IGT da uve merlot 100% provenienti da Castel San Pietro. Vinificazione inox e affinamento per 15 mesi in barriques di cui metà nuove e metà di secondo passaggio. Un altro vino STORICO dell’azienda, prodotto dai primi anni ’90. Produzione annua: circa 4’500 bottiglie

link degustazione – qui

annata 2009 – degustazione assaggio del 5 settembre 2011: Il colore di questo vino è più intenso rispetto a La Crus. Al naso le note fruttate sono più intense di ciliegie. Al palato è caldo, morbido, fresco. Note tostate di cacao. Buona la persistenza, finale di composta di frutta matura, ciliegie e fragole.

annata 2010 – degustazione assaggio del 26 maggio 2013 – cantine aperte: Al naso è delicato con sentori di frutta rossa. Al palato è sapido, minerale, fresco. Il tannino è fine. È di sicuro il vino che ha più struttura tra tutti.

SOFIA

rosso della Svizzera italiana IGT da uve merlot 75% e cabernet sauvignon 25% provenienti da Castel San Pietro. Vinificazione inox. Affinamento: 6 mesi in botti di rovere.

link degustazione – qui

annata 2010 – degustazione assaggio del 26 maggio 2013 – cantine aperte: Al naso è sempre un po’ poco intenso, leggermente fruttato con sentori di ciliegia. Al palato invece si esprime molto bene, con intensità di gusto, mineralità e sapidità e freschezza. È fruttato sul finale. Debole un po’ di struttura e persistenza.

VIGNA DOMINE

  • rosso da tavola (italo-svizzero)
  • merlot e nero d’avola
  • provenienza delle uve: il Merlot proviene dai loro vigneti di Castel San Pietro (Svizzera) e il nero d’avola dalla Sicilia
  • in collaborazione con la Vini-Bee
  • vinificazione inox
  • Affinamento: 6 mesi in botti di rovere

Parravicini vitivinicoltori
via alle Corti
6873 Corteglia
tel +41 91 630.21.75
www.parravicini.ch

Like this Article? Share it!

Leave A Response