venerdì, novembre 24, 2017
TIciVINO

PERCORSI TRA I VIGNETI

PERCORSI TRA I VIGNETI

Proponiamo 3 percorsi tra i vigneti del Mendrisiotto inaugurati nell’estate del 2006 da Mendrisiotto Turismo:

 I tre percorsi hanno una durata media di percorrenza di 4 ore ciascuno, sono da effettuare a piedi e non presentano particolari difficoltà.

1° percorso

il 1° percorso parte da Borgo di Mendrisio e conduce attraverso le zone delle caratteristiche Cantine di Mendrisio e di Salorino, per raggiungere, fiancheggiando numerose aree di affascinanti vigneti, Castel San Pietro, il comune più vignato del Cantone. Il ritorno a Mendrisio prevede la possibilità di visitare l’Istituto Agrario di Mezzana e costeggiare i vigneti delle colline di Coldrerio.

Distanza: 12.2 km
Dislivello: 345 m
Durata: 4.00 h
Altitudine massima: 502 mslm.
Luoghi situati lungo il percorso: Mendrisio – Salorino – Obino – Castel San Pietro – Villa – Vigino – Corteglia – Mendrisio
Filo conduttore del primo percorso è il rapporto tra l’uomo e la vite: un rapporto antico, protetto e incoraggiato da mitologiche divinità, cantato ed elogiato da poeti e letterati; un rapporto che negli ultimi decenni ha subito, ovunque nel mondo, radicali trasformazioni.

I temi contenuti nei pannelli che accompagnano il percorso pongono l’accento su come da attività agricola succedanea e di secondo piano, rispetto a colture considerate principali da punto di vista alimentare, la viticoltura abbia gradualmente occupato un posto sempre più importante nell’economia della regione.

2° percorso

il 2° percorso parte da Seseglio e porta a scoprire una vasta zona di vigneti immersi nel verde della collina di Pedrinate. Il percorso conduce l’escursionista a visitare il punto più a Sud della Svizzera. Sul cammino di rientro, all’altezza della chiesetta di S.Stefano, il sentiero propone una panoramica particolare della Valle di Muggio, della cittadina di Chiasso e della Regione tutta.

Distanza: 10.1 km
Dislivello: 438 m
Durata: 3.50 h
Altitudine massima: 553 mslm.
Luoghi situati lungo il percorso: Seseglio – Roncaccio – Lompetti – Moreggi – Laghetto – Pedrinate – S.Stefano – Seseglio

Pur trovandosi a ridosso di Chiasso, uno dei comuni più trafficati della Svizzera, importante e quasi obbligato punto di passaggio del traffico internazionale che attraversa il Cantone, la collina del Penz è stata miracolosamente risparmiata dall’onnivora espansione edilizia: un promontorio dalla superficie limitata, ancora ricoperto di boschi solcati da comodi sentieri, un pacifico angolo di mondo dove è possibile trascorrere qualche ora nella più completa calma.

Quello del Penz è un territorio chiaramente di confine, delimitato per lunghi tratti da un’anacronistica ramina attraverso la quale prosperò, in un passato non remoto, un intenso commercio clandestino. Colonne di contrabbandieri, spinti all’illegalità dal bisogno, animavano queste contrade ora silenziose.

3° percorso

Il 3° percorso parte da Rancate ed accompagna sul Monte San Giorgio, attraverso tutti i villaggi della montagna, da Besazio fino a Stabio. Il visitatore lungo il cammino potrà incontrare numerosi vigneti, seggestivi panorami, monumenti, scavi archeologici, cave e molto altro.

Distanza: 16.8 km
Dislivello: 474 m
Durata: 5.00 h
Altitudine massima: 574 mslm.
Luoghi situati lungo il percorso: Rancate – Besazio – Tremona – Meride – Arzo – Clivio – San Pietro – Rancate

Nel 2003 il comprensorio del Monte San Giorgio è stato dichiarato «Patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO» in ragione della sua straordinaria ricchezza paleontologica.

Notevole è la varietà di rocce che compongono il Monte San Giorgio: dolomie, vulcaniti, marne, depositi glaciali, arenarie, graniti e marmi, scisti bituminosi, argille, rocce vulcaniche, ghiaie. Queste rocce costituiscono un substrato sul quale si sviluppa una viticoltura tra le più diversificate del Ticino, con caratteristiche di acidità o di basicità tali da consentire la coltivazione di uve, sia rosse che bianche, di altissima qualità: oltre al Merlot, Cabernet Sauvignon, Pinot nero e Gamaret per le uve rosse, lo Chardonnay e il Sauvignon per le bianche. Un ambiente eccezionale, unico, fatto su misura per accogliere uno dei percorsi dedicati al centenario del Merlot.

per info più dettagliate sui percorsi, consultare il sito mendrisiotto turismo qui

….

Like this Article? Share it!

Leave A Response