martedì, dicembre 11, 2018
TIciVINO

RIFLESSI D’EPOCA 2007 e 2008

Riflessi d’epoca è un vino Ticino doc, prodotto con uve Merlot. La zona di produzione è nel Sottoceneri da vigne ubicate sia nel Mendrisiotto che nel Luganese. Viene vinificato con una  macerazione del mosto con le vinacce per circa 15 giorni e affinato in barriques francesi per circa 14 mesi. Non c’è filtrazione. Il produttore è Guido Brivio – Mendrisio (articolo qui)

annata 2007 – degustazione di marzo 2011.

Nel bicchiere il vino si presenta di un bel colore rosso rubino intenso, vivo. Al naso marcate note di vaniglia, cioccolato e cacao che da subito invadono tutta l’area circostante il calice. Sono note speziate dolci. Aspettiamo un momento per scoprire, invece, tutti i sentori fruttati e vegetali, che lentamente, dopo aver agitato dolcemente il bicchiere, si evidenziano. Un poco di erbaceo, note di frutti rossi, ciliege ben mature e polpose, composta di fragole, fieno … ma sempre e soprattutto tornano e ritornano senza mai lasciarci tutte le note di vaniglia e cacao. I tannini sono morbidi, buona la freschezza. Il vino si fa bere con gran piacevolezza.

L’annata 2007 è considerata un’ottima annata. I vini sono già pronti, polposi, morbidi … è vero! Certo questo vino si mostra in tutta la sua modernità, e forse parla un po’ poco il dialetto ticinese, e forse proprio per questo piace molto. Piace molto proprio per le sue 2 caratteristiche principali di dolcezza e morbidezza. In verità è un vino moderno che va oltre l’abbinamento. È piacevole da bere anche da solo senza la compagnia ne di pane ne di companatico.

annata 2008 – degustazione di aprile 2011.

A distanza di poche settimane dalla degustazione dell’annata 2007, ecco che ci riprovo. Stavolta con l’annata 2008. La bottiglia è sullo scaffale da settembre 2010 ed è stato imbottigliato qualche mese prima. Lo apro. Il tappo perfetto, ancora tutto nuovo. Verso il vino nel bicchiere. Da subito sono colpita da una intensa quantità di note olfattive dolci di vaniglia e cacao. Le note fruttate in questa annata 2008 sono molto più fresche e leggermente pungenti: lamponi, ciliegie e fragole appena colte. Note balsamiche escono dopo molto tempo che il vino è già nel bicchiere, intense note balsamiche. Al palato il vino è abbastanza aggressivo: i tannini ancora molto astringenti e molta freschezza cioè acidità, segno che la bottiglia è stata aperta troppo presto. Il vino non esprime ancora il meglio di se. Ha bisogno di dimorare in cantina al riparo dalla luce, dai rumori e dai golosi, ancora molti e molti mesi, prima di raggiungere il giusto equilibrio.

La stoffa del vino è importante, abbastanza spessa (leggermente meno rispetto al 2007). Un vino ben costruito, che conferma la sua modernità di linguaggio. Di sicuro rispetta l’annata.

Leave A Response

Questo sito fa uso di cookie di profilazione di parti terzi per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il traffico generato maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi