sabato, ottobre 20, 2018
TIciVINO

TI 4 – 2009

Il TI 4 è un vino Svizzero di cui si producono all’anno circa 1’200 bottiglie in formato MINIMAGNUM da 1 litro. L’affinamento dura per 14 mesi in barriques nuove.  Il TI4 nasce dall’idea di alcuni piccoli produttori del Canton Ticino al fine di valorizzare i vini del Sotto e del Sopra Ceneri, assemblando le migliori produzione di ognuno di loro in una cuvèe sorprendente:

  • Giancarlo Pestoni, cantina Pizzorin: merlot – (link qui)
  • Nicola Corti, Corti Vini: merlot – (link qui)
  • Giorgio Rossi, azienda Mondò: merlot e cabernet – (link qui)
  • i fratelli Marcionetti, azienda Settemaggio: merlot e altre varietà resistenti – (link qui)
  • Enrico Trapletti: non solo merlot – (link qui)

Ogni produttore raccoglie la sua uva, vinifica il proprio vino e poi viene assemblato prima di essere messo in barriques. Dal 2007 la pigiatura viene eseguita in maniera più tradizionale …  Il TI4 esce per la prima volta con l’annata 2002. Ogni annata prodotta riporta un secondo nome che viene scritto sul tappo di sughero. Di seguito le annate prodotte e il loro nome commemorativo:

  1. 2002 – QUATAR CIAPP: erano infatti in 4 i primi ideatori di questa cuvée: Trapletti, Corti, Pestoni e Rossi.
  2. 2004 – QUATAR CIAPP E UN CÙ: ai 4 fondatori si uniscono i fratelli Marcionetti.
  3. 2007 – QUATAR CIAPP, UN CÙ E NA BRUGNA: nel 2007 infatti l’uva viene pigiata da 6 donne (della Hugo Boss e della Polizia)
  4. 2009 – QUATAR CIAPP, UN CÙ E UN PIPISTRELL: nel 2009 l’uva è stata pigiata da Nicola Corti che si è immerso nella vasca fino alla vita.
  5. 2010 – QUATAR CIAPP.

annata 2009 –  degustazione del 28 maggio 2011

colore rosso rubino intenso

al naso note dolci di spezie e aromi tostati; note fruttate di fragole, amarene e ciliegie. Molta vaniglia, un po’ di tabacco: poi mallo di noce e nocciola

al palato è caldo, secco; il tannino è ancora verde, abbastanza astringente. Finale di radici, terra, mallo verde di noce … e ancora vaniglia, cacao, cioccolato, caffè …

Mi aspettavo un vino più opulento, invece è abbastanza nervoso, di carattere: quasi nervosamente gentile, esprimendo una certa eleganza.

Leave A Response

Questo sito fa uso di cookie di profilazione di parti terzi per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il traffico generato maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi