venerdì, settembre 21, 2018
TIciVINO

CARRARA

CARRARA

  • uva: Merlot 100%
  • affinamento per 10 mesi in parte (50%) in vasche di acciaio e in parte (50%) in barriques nuove di rovere di fattura spagnola
  • prodotto da Giuliano Cormano a Morbio Inferiore – scheda produttore qui

 

alt

alt

 

 

annata 2009 – degustazione del 10 novembre 2010

  • al naso le note dolci date dalla barriques spagnola avvolgono con eleganza tutti i sentori fruttati, floreali e vegetali del merlot. Ciliegie, more, persino mirtilli e un po’ di cassis insieme a sentori di fieno secco e liquirizia. Altre spezie come pepe nero e cioccolato escono soprattutto sul finale. Persistente. Molta morbidezza, molta eleganza femminile, freschezza non eccessiva, tannino vellutato, di corpo, deciso, netto, franco.
  • Questo vino mi ha colpito subito, tantissimo. L’ho provato per la prima volta a novembre 2010 e lo riprovo ancora a febbraio 2011: ancora di più confermo il mio giudizio entusiasta.

 

 

annata 2010 – degustazione del 30 marzo 2013

  • colore rosso rubino limpido
  • al naso abbiamo da subito intense note dolci di vaniglia e spezie; poi frutta rossa tra cui la ciliegia matura e i mirtilli; chiodo di garofano, tabacco fresco, cuoio, petali di rosa.
  • al palato c’è molta freschezza, mineralità, sapidità. È un vino saporito, abbastanza tannico e persistente. Qualità e genuinità. Un vino all’inizio del suo percorso di maturazione, ma già molto godibile e piacevolissimo.
  • Ha un carattere abbastanza moderno dato soprattutto da questa nota di morbidezza e dolcezza olfattiva. La barrique, però, non è invadente. Molto piacevole. A mio parere è un vino molto rappresentativo del Ticino doc! Quando lo assaggi alla cieca, non puoi non riconoscere lo stile tipico ticinese!

 

 


annata 2011 – assaggio del 26 maggio 2013

  • è stato proprio solo un assaggio veloce, a cantine aperte. Ricordo l’intensità della morbidezza, della frutta, della piacevolezza. Anche il Carrara (come il Beatrice e come il Cormano) sono vini che sembrano pronti subito. Esprimono già molto, subito. Ma è il poterli riassaggiare dopo qualche anno che raccontano il meglio di sè …

annata 2011 – assaggio di febbraio 2014

  • ritorno ad assaggiare questo vino sorprendente.
  • al naso emergono note fruttate e importanti sentori erbacei
  • è elegante. Il tannino è elegante. È pronto e molto piacevole. Si ha una buona sensazione di calore, senza che il vino sia eccessivamente alcolico.
  • Non presenta quella ‘moderna’ sensazione di dolcezza che troviamo in molti vini ‘moderni’, non è stucchevole. Rispecchia il vitigno. È autentico.

alt

 

 

 

 

 

 

 


Leave A Response

Questo sito fa uso di cookie di profilazione di parti terzi per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il traffico generato maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi